Isvara Pranidhana: lasciare andare

isvara arrampicata yoga4climbers

Isvara Pranidhana

Isvara Pranidhana è l’ultimo dei nyama dello Yoga e dal mio punto di vista anche il più importante.

Abbiamo visto Tapas, la disciplina, Saucha la purezza, Santosha la contentezza ed infine Svadhyaya la consapevolezza.
Ci sono molti modi di interpretare questo Nyama ma prima partiamo dalla definizione in sanscrito per capirne l’origine e la sua traduzione,

Il termine “Isvara Pranidhana” è composto da due parole:

Isvara, viene tradotto come “Essere Supremo”, “Brahman”, “Realtà ultima” o “Vero Sé” e
Pranidhana con “fissare”.

Possiamo abbozzare una traduzione che come l’arrenderci fiduciosi all’Universo.

Isvara Pranidhana è posto come l’ultimo delle indicazioni morali in quanto racchiude in sè ognuno dei precedenti.

Isvara Pranidhana: l'arrendevolezza

Ebbene sì questo Nyama ci esorta a lasciare andare pensieri, aspettative, risultati.
Ci esorta a restare nel momento presente ed accettare ciò che succede nella nostra vita

Isvara Pranidhana ci insegna a lasciare andare tutto ciò che è fuori dal nostro controllo.

Ma come?

Esistono determinate cose che non dipendono da noi, ad esempio il comportamento delle altre persone.
Spesso ci intestardiamo nel credere di poter modificare il carattere delle persone, o non riusciamo ad accettare cambiamenti significativi della nostra vita fuori dalla nostra volontà.
La strada è nel lasciare andare tutto ciò che è fuori dal nostro controllo.

Isvara Pranidhana ci ricorda che siamo parte di un tutto che è divino.

Come possiamo applicare questo precetto in arrampicata?
Cosa vuol dire abbandonarsi al divino?

Dal mio punto di vista vuol dire scegliere di praticare l’arrampicata per un fine più grande che va oltre l’alimentazione pure dell’Ego alla ricerca del risultato.
Vuol dire arrampicare per sentire la connessione con il Tutto, renderci consapevoli ogni giorno che siamo parte di esso.
Isvara Pranidhana ci esorta a lasciare andare le nostre aspettative, ad abbracciare i fallimenti e non identificarci con essi.

Lascia andare l’ossessione di controllare tutti gli aspetti della vita e dell’arrampicata. Abbraccia piuttosto l’incertezza del presente.
Da un momento all’altro il tuo piede potrebbe scivolare, un sasso potrebbe cadere, una presa si potrebbe rompere e via dicendo.
La vita è inaspettata tanto quanto lo è la scalata.
Quando si lascia andare il controllo e ci si arrende a ciò che è e ciò che sarà, la vita diventa un’avventura, una scuola di esperienze.

Isvara Pranidhana ci invita a non vedere l’arrampicata come soltanto una prestazione sportiva in cui cercare di diventare più bravi, ma di vederla anche come un percorso di crescita in cui manifestiamo noi stessi.

Arrampicare vuol dire manifestare la nostra natura, utilizzare le nostre energie sottili per riconnettersi con il Tutto.

Ogni nostra azione conta.

Isvara Praidhana si manifesta anche nell’atto di fiducia e di abbandono che compiamo ogni volta che leghiamo il nostro imbrago a quello del compagnə. 

Puoi coltivare l’arrendevolezza anche attraverso la pratica Yoga degli asana. 

Lo so il termine arrendevolezza spaventa soprattutto noi che nel mondo dell’arrampicata vorremmo essere soltanto forti e e non di certo arrendevoli.

Eppure questo concetto va al di là del suo letterale significato.

L’abbandono, la resa, l’accettazione di ciò che è fuori da nostro controllo è qualcosa che va compreso e digerito.

Abituati a resistere, combattere e a soffrire per ciò che desideriamo, coltivare Isvara Pranidhana ci sembra un invito a gettare la spugna.

Eppure non è così.

I precedenti Nyama ci hanno esortato in ogni modo a dare il meglio di noi e solo quando abbiamo profondamente compreso ognuno di essi, siamo pronti per accogliere questo concetto.

In queste pratiche Live andremo a portare Isvara Pranidhana sul tappettino.

Puoi praticare dal vivo con Miryam Magnoni, la tua insegnante oppure accedere alla piattaforma e rivedere le Live class quante volte vuoi.

Pratica con noi

isvara pranidhana

Isvara Pranidhana: l'arte dell’arrendevolezza. Pratica completa dedicata alla flessibilità del nostro corpo.

Isvara Pranidhana

Isvara Pranidhana: l'arte dell’arrendevolezza. Pratica di flessibilità dedicata a gambe ed anche per sciogliere in profondità.

Conclusione

Siamo giunti alla fine di questo articolo e alla scoperta di ognuno dei Nyama dello Yoga.

Puoi trovare gli altri articoli a questi link:

TAPAS, la disciplina nello Yoga

SAUCHA, rispetto di sé e dell’ambiente

SANTOSHA, la contentezza in arrampicata

SVADHYAYA, lo studio di sè

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici sui social.
Per noi è un gesto semplice ma molto importante che ci motiva nella creazione di altri contenuti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
About the Author: Miryam Magnoni

About the Author: Miryam Magnoni

Ciao sono Miryam e sono insegnante di Yoga ed appassionata di Arrampicata sportiva.
Negli anni ho avuto il piacere di vivere l’arrampicata a 360° passando dalle vie lunghe, all’arrampicata trad, dalla falesia fino al bouldering.
Con il passare del tempo la mia passione per lo Yoga e l’Arrampicata sono diventate così forti da decidere di dedicare loro tutta la mia vita.
Insegno e scrivo per Yoga4Climbers, l'unica piattaforma di Yoga Online per l'Arrampicata d'Italia.

ARRAMPICATA

Ahimsa in arrampicata

Esploriamo come ahimsa può essere applicato alla pratica dell’arrampicata, per diventare climber e persone migliori attraverso un atteggiamento di rispetto e consapevolezza delle azioni e delle loro conseguenze.

Leggi Tutto »

Lascia un commento